“Con l’uscita dell’Udc si sanciscono la fine del Terzo Polo in Sicilia e lo spostamento sempre più a sinistra del governo regionale.”

“Non si pu√≤ che apprezzare il coraggio e il senso di responsabilit√† dimostrato dell’Udc che innanzi a un governo regionale palesemente incapace di tramutare le promesse in quelle riforme che la Sicilia chiede, e con una Regione sul baratro finanziario e sociale, ha preso atto del fallimento del progetto amministrativo di Lombardo decidendo di andare all’opposizione.”.

Cos√¨ l’on. Salvo Pogliese, vice capogruppo del Popolo della Libert√† all‚ÄôArs, commenta la decisione dell’Udc siciliano di abbandonare il governo regionale e passare all’opposizione.

“Sono ormai chiare a tutti – continua il parlamentare regionale – le enormi difficolt√† di una giunta comatosa, trainata dal Pd e sostenuta dai gruppuscoli di Fli e Api, che rappresenta il degrado e la mistificazione ribaltonista della politica non certo la volont√† del popolo siciliano. Gli unici, pare, a non accorgersi del baratro in cui Lombardo ha precipitato la Sicilia sono rimasti quelli di Fli che continuano pervicacemente a sostenere un governo targato Pd, evidentemente per paura di perdere poltrone e strapuntini.”.

“L’uscita dell’Udc dal governo regionale siciliano – conclude l‚Äôon. Pogliese – certifica non solo il fallimento dell’esperienza governativa di Lombardo, e sancisce di fatto la fine del mai nato Terzo Polo in Sicilia, ma anche lo spostamento sempre pi√π a sinistra dell’asse del governo Lombardo, dove a farla da padrone √® un Partito Democratico che per√≤ teme il giudizio dei suoi stessi elettori su questa esperienza governativa, tanto da dover cercare cavilli e cavilletti pur di non far svolgere il referendum sull’appoggio a Lombardo.‚Äù.

 

 

 

 

 

 

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>