Aeroporti europei vulnerabili e con controlli insufficienti

“La sicurezza degli aeroporti europei non è all’altezza della minaccia che ha lanciato il terrorismo. L’ho potuto provare sulla mia pelle quando, a sole 24 ore dagli attentanti a Bruxelles, per rientrare dalla capitale belga verso l’Italia, sono dovuto transitare dagli scali di Colonia e Monaco. Ebbene, in questi due aeroporti, mi sono imbarcato con un check in online esclusivamente attraverso tornelli con lettori ottici senza che nessun addetto alla sicurezza mi richiedesse un documento d’identità…”

Lo denuncia l’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo di Forza Italia-PPE e membro della Commissione Trasporti dell’UE.

“A livello comunitario – spiega l’europarlamentare – c’è un vuoto normativo che si traduce in pericolo per la sicurezza dei passeggeri europei: non c’è nessun obbligo di controllare i passeggeri e le loro cose prima che questi accedano in un aereo. Questo vulnus rende di fatto gli aeroporti europei terribilmente vulnerabili. A questo si aggiunga che, solo due settimane fa, ancora una volta le sinistre europee hanno impedito l’approvazione del PNR (Passenger name record), strumento fondamentale per il controllo della sicurezza degli aeroporti dalle minacce terroristiche.”.

“Non possiamo continuare a fare finta che nessuna minaccia gravi sulla nostra sicurezza – conclude Pogliese -occorre immediatamente mettere in campo tutti gli strumenti normativi e di controllo, aumentando agenti, videocamere e metal detector più evoluti, in tutti gli aeroporti europei.”.

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>