Domenica votiamo Sì, non possiamo barattare la salute dei nostri figli con un barile di petrolio

“Domenica prossima 17 aprile è importante che gli italiani partecipino al referendum e che votino Sì. Un Sì per dire chiaramente no alle trivelle nei nostri mari e no all’inquinamento ambientale.”.

Così l’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo di Forza Italia, che si schiera con decisione nel fronte del Sì sul referendum che domenica 17 aprile chiederà agli italiani di esprimersi sulle trivelle nei nostri mari.

“Voterò Sì per fermare le trivelle perché sappiamo che il mare vicino ad esse è inquinato da sostanze cancerogene in due casi su tre – continua l’europarlamentare – e già oggi, con una media di 38 milligrammi per metro cubo, il Mediterraneo è il mare più inquinato dagli idrocarburi al mondo. Le trivelle portano inquinamento e di certo non arricchiscono gli italiani: nel nostro Paese le compagnie petrolifere pagano il 10% di royalties, contro l’80% chiesto da Norvegia e Russia per esempio, e non versano nulla se estraggono meno di 20 mila tonnellate di idrocarburi in terra e 50 mila tonnellate in mare. Abbiamo inquinamento in cambio di un tozzo di pane….”.

“Al referendum di domenica prossima voterò Sì – conclude Pogliese – perché non possiamo barattare la nostra salute, e quella dei nostri figli, con un barile di petrolio. È tempo di puntare con decisione ad un nuovo modello di sviluppo che accantoni il fossile e apra con decisione alle risorse energetiche rinnovabili.”.

 

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>