Inconcepibile l’inutilizzo dei fondi Ue che avrebbero prevenuto la frana abbattutasi sull’autostrada A19

“Il crollo del viadotto Himera, che ha spezzato in due la Sicilia, rappresenta anche simbolicamente l’ennesimo crollo del governo Crocetta incapace di utilizzare i fondi che l’Unione Europa ha messo a disposizione per la prevenzione del rischio idrogeologico.”.

Lo dichiara l’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo di Forza Italia-PPE e membro della Commissione Trasporti dell’Europarlamento.

“E’ inconcepibile – continua il parlamentare europeo – che in una terra come la Sicilia gravemente esposta al rischio idrogeologico, come plasticamente ci ricorda il crollo dell’autostrada A19 travolta da una frana, la Regione Siciliana abbia speso, a sette anni dall’inizio della programmazione, la ridicola cifra di 50 mila euro a fronte di uno stanziamento complessivo di 104 milioni di euro concessi dall’Unione Europea per la realizzazione di strutture per prevenire e mitigare i rischi idrogeologici. Ed oltre al danno anche la beffa, ora c’è il concreto pericolo che questi fondi debbano tornare a Bruxelles perché non utilizzati.”.

“Dopo oltre due mesi dal crollo dell’A19 si parla ancora di tavoli tecnici o commissioni di verifica, mentre non vi è ancora nessun intervento concreto per ‘rimettere in piedi’ l’autostrada, il cui crollo ha determinato danni economici incalcolabili per la Sicilia e disagi ai siciliani che si sarebbero evitati se si fossero utilizzati i fondi europei preposti. Nei prossimi giorni Forza Italia – conclude Pogliese – darà vita ad un’imponente manifestazione per denunciare la situazione e pretendere l’immediato avvio dei lavori di ripristino dell’A19.”.

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>