La montagna crocettiana delle Province ha partorito un topolino mediatico che comporterà un peggioramento dei servizi ai cittadini

“La ‘rivoluzionaria’ montagna di Crocetta ha partorito un rachitico topolino mediatico, che non solo si tradurrà in un inesistente risparmio per le casse pubbliche, ma soprattutto comporterà un conseguente peggioramento dei servizi per i cittadini.”.

Così l’on. Salvo Pogliese, vice presidente dell’Assemblea regionale siciliana, commenta la riforma delle Province fortemente voluta dal presidente Crocetta e ieri approvata dall’Ars.

“Al netto delle trionfalistiche dichiarazioni di Crocetta&Co – continua Pogliese Рsul groppone dei siciliani resta una confusa riforma delle Province che cancella l’identità territoriale di intere comunità, annientandone le peculiarità e la storia, e nella sua nebulosità normativa apre la porta a un moltiplicarsi di sotto-enti, il cui controllo elettorale è sottratto ai cittadini, che diverranno terreno fertilissimo per la distribuzione politica di seggiole e strapuntini agli accoliti di una certa politichetta. E come se non bastasse, l’impalcatura della riforma crocettiana, rischia di portare al collasso i Comuni siciliani – conclude il vice presidente dell’Ars Рche saranno oberati di competenze e problematiche finora riservate alle Province senza ricevere dalla Regione gli adeguati strumenti per affrontarle.”.

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>