La smania dichiarativa di Crocetta non è riuscita a coprire il vuoto di azione amministrativa. Si cambi rotta, la Sicilia necessita di risposte concrete

“Annunci ad effetto e dichiarazioni sopra le righe, una ‘smania dichiarativa’ che rappresenta l’unico lascito di questo primo anno di governo Crocetta. Ma pur sepolti dalle chiacchiere del rivoluzionario, a parole, Crocetta i siciliani si sono ben resi conto che oltre il fumo non c’è arrosto, che l’azione del governo regionale langue, e che vi è una totale mancanza di risposte concrete ai problemi che affliggono la Sicilia.”.

Lo ha dichiarato l’on. Salvo Pogliese, vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana, nel suo intervento d’Aula a sostegno della mozione di sfiducia al Presidente Crocetta.

“La mozione di sfiducia a Crocetta è sintomatica del giudizio negativo che la stragrande maggioranza dei siciliani ha sul suo operato e su quello della sua Giunta.”- continua Pogliese – “A fronte di un’azione amministrativa inesistente Crocetta si è sbizzarrito in dichiarazioni sempre più iperboliche, dal voler mettere le ali agli autobus dell’Ast creando una compagnia aerea siciliana, dimenticando che l’Ast non ha né benzina né pezzi di ricambio per i propri mezzi, al balletto di dichiarazioni sul Muos dove da un tracotante ‘gli americani si rassegnino, dovranno prima passare sul mio cadavere’ si è giunti a un mesto e supino sì al Muos. Continuando poi col roboante comunicato con cui Crocetta asseriva di aver costretto Roma a riconoscere l’art.37 dello Statuto siciliano, che sancisce l’obbligo per le imprese operanti in Sicilia, ma con sede legale al di fuori dell’isola, di pagare le tasse in Sicilia, per poi scoprire nel D.L. 35/2013 che in realtà non arriverà nemmeno un euro aggiuntivo.”.

“E ancora i fantomatici Trinacria Bond, che non si sanno che fine abbiano fatto così come la promessa riduzione delle società partecipate regionali – sottolinea il vicepresidente dell’Ars Рper non tacere dell’impietosa sorte dei fiori all’occhiello della giunta Crocetta, Battiato e Zichichi, che si sono caratterizzati esclusivamente per discutibili dichiarazioni sulle donnine in parlamento e su Archimede e che hanno prodotto, parafrasando proprio Zichichi, il ‘nulla cosmico’ all’interno di assessorati fondamentali per la Sicilia quali il Turismo e i Beni Culturali. E la situazione non è di certo migliorata con il sostituto di Battiato.”.

“Una smania dichiarativa che ha, inutilmente, cercato di coprire il vuoto assoluto di azione amministrativa – conclude Salvo Pogliese Рquesta la ragione della mozione di sfiducia che, al di la del suo esito, mi auguro possa produrre un effetto positivo per la Sicilia e i siciliani, ovvero il radicale cambiamento di rotta di Crocetta e del suo governo. E’ giunto il momento comprendano che l’ora delle parole è terminata e serve passare finalmente ai fatti.”.

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>