Sanità, presentato all’Ars DDL del PdL sulla Dislessia

Presentato, oggi, in Conferenza Stampa, presso la Sala Palumbo di Palazzo dei Normanni, il DDL del PdL “Interventi in favore dei soggetti affetti da Dislessia e da altre difficoltà specifiche di apprendimento”, relatori l’On. Prof. Vincenzo Vinciullo, Segretario della Commissione “Servizi Sociali e Sanitari” dell’Ars, primo firmatario del DDL, il Vicepresidente Vicario del PdL dell’Ars, On. Salvo Pogliese e il Presidente della Commissione “Attività Produttive”, On. Salvino Caputo.

Sono, inoltre, intervenute la Dottoressa Serena La Barbera esperta in Dislessia, la Professoressa Grazia Restuccia Coordinatrice regionale dell’AID (Associazione Italiana Dislessia) e la Dottoressa Maria Dolores Vargiu in rappresentanza delle famiglie con bambini dislessici.

“La dislessia, a molti sconosciuta per carenza d’informazione – ha spiegato l’On. Vinciullo Рè un disturbo specifico dell’apprendimento, classificato dall’OMS come disabilità, per cui non è possibile apprendere la lettura, la scrittura o il calcolo aritmetico nei normali tempi e con i normali metodi d’insegnamento.

Già la Legge nazionale, 170 del 2010, si è occupata di questa problematica educativa e la Regione siciliana ha già dichiarato che le darà concreta applicazione. Ma, tale ampia disponibilità non è supportata da una reale normativa che metta nero su bianco tutti gli interventi di sostegno indirizzati ai bambini dislessici ed alle loro famiglie.

Il Disegno di Legge del PdL vuole colmare questa vacatio, fornendo uno strumento che detti precisi interventi sia sul piano sociale che scolastico, fornisca risorse chiare e specifiche per la scuola e le famiglie creando un apposito capitolo di bilancio: tutti segnali forti per dare cos√¨ un sostegno reale a chi, giornalmente, si adopera per contrastare la Dislessia e pone una particolare attenzione al ruolo svolto dalla Regione nell’individuazione e nella diagnosi degli alunni sospetti o a rischio di disturbi specifici dell’apprendimento e, a tal fine, prevede interventi gi√† assicurati dal Servizio Sanitario Nazionale da neuropsichiatri infantili o psicologi o pedagogisti con formazione specifica in valutazione neuropsicologica dei disturbi, dipendenti delle Aziende sanitarie regionali, nonch√© dagli specialisti sanitari neuropsichiatri infantili o psicologi pedagogisti privati con formazione specifica in valutazione neuropsicologica dei DSA, in conformit√† alla citata legge nazionale.

Altro compito della Regione sarà quello di predisporre una campagna di screening e monitoraggio su tutto il territorio regionale e predisporre la formazione del personale sanitario e scolastico”.

‚ÄúAl fine di conseguire tali finalit√† ‚Äì ha concluso l‚ÄôOn. Vinciullo – il Disegno di Legge prevede l’istituzione di un comitato tecnico-scientifico sui disturbi specifici dell’apprendimento con scopo formativo del personale scolastico dirigente e docente, degli operatori della formazione e degli operatori sociosanitari, e funzione di promozione di screening, oltre che di documentazione, coordinamento e raccordo degli interventi‚Äù.

Post Tagged with , ,

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>