Sulla crisi Aligrup intervenga il Governo regionale

“La gravissima crisi economica che sta attraversando l’Aligrup rappresenta per Catania e l’intera Sicilia un allarme sociale di enorme portata. Attorno alla vendita dell’Aligrup ruota il destino, anche economico, di oltre 1.800 dipendenti dell’azienda e di un indotto che coinvolge centinaia di piccole e medie imprese di Catania, Siracusa, Ragusa, Enna e Messina.”.

Lo dichiara l’on. Salvo Pogliese (PdL), vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, in merito alla vicenda del colosso della grande distribuzione alimentare Aligrup su cui ha presentato un’interrogazione all’Ars.

‚ÄúLa situazione dei lavoratori Aligrup diviene sempre pi√π drammatica col trascorrere del tempo ‚Äì continua Pogliese – e rischia di perdere il proprio posto di lavoro tutto il personale addetto alle attivit√† amministrative e tutto il personale dei punti vendita, che a tutt’oggi, non avendo avuto alcuna offerta commerciale, dovranno essere chiusi.‚Äù.

‚ÄúInnanzi a una vicenda che rischia di pregiudicare seriamente l‚Äôintera economia siciliana ‚Äìconclude il parlamentare ‚Äì ritengo doveroso da parte della Regione siciliana intervenire presso il Governo nazionale supportando l‚Äôazione del parlamentare nazionale del PdL on. Basilio Catanoso, che ha presentato un‚Äôinterpellanza al Ministro del Lavoro chiedendo di accelerare l‚Äôistruttoria per la concessione del trattamento straordinario di integrazione salariale per crisi aziendale in favore dei lavoratori Aligrup, e si sta facendo carico di sollecitare l’Aligrup affinch√® richieda al Ministero del Lavoro un incontro per l’esame della situazione occupazionale e l‚Äôistituzione di un tavolo di crisi per cercare di salvare i posti di lavoro.‚Äù.

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>