Vicenda della piccola Smeralda: si dia via libera alla terapia con staminali per salvarle la vita

“La vicenda della piccola Smeralda non può che commuovere per il forte attaccamento alla vita dimostrato da un essere così fragile e combattivo, per la tenacia dei suoi splendidi genitori, e lasciare forti perplessità per la decisione dell’Aifa di bloccare la prosecuzione del trattamento sanitario a base di cellule staminali autologhe.”.

Così l’on. Salvo Pogliese, vice capogruppo del PdL all’Assemblea regionale siciliana, interviene in merito alla vicenda della piccola Smeralda, bambina catanese di appena 14 mesi, che ha subito gravissimi danni celebrali al momento del parto tali da relegarla in uno stato vegetativo. Sulla situazione di Smeralda l’on. Pogliese ha presentato, il 6 giugno 2012, un’interrogazione all’assessore regionale alla Salute affinché interceda con il Governo nazionale. Analoga interrogazione è stata presentata dal deputato nazionale PdL Basilio Catanoso al Ministro della Salute.

“La decisione dell’Aifa di fatto condanna la bambina a una battaglia ancora più dura per salvare la sua fragile vita. Per questo ho chiesto al Governo regionale, tramite l’assessore alla Salute, d’intervenire presso il Ministero della Sanità affinchè possa essere modificata la decisione dell’Aifa, anche e soprattutto alla luce delle incongruenze che in essa sussistono. Infatti il sostenere, come fa l’Aifa, che ‘non è dimostrata la mancanza di una valida alternativa terapeutica’ è in palese contrasto con quanto ad oggi sostenuto convintamente dalla scienza medica: ovvero che non esiste alcuna cura alternativa per i danni celebrali di cui soffre la piccola Smeralda.”.

 

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>